Il WebBlog di ...

Buon Natale e felice 2019!

27 dicembre 2018

Buon Natale e felice 2019!

(A cura di Murizio Sarlo)

Buon Natale e felice 2019!
Quest’anno, auguro a tutti un Natale ricco di serenità e Buone riflessioni, e un 2019 ricco di utili ed etiche novità… Nella consapevolezza che la radice quadrata dell’1% degli Italiani può convincere il resto del 99 ad un cambio di paradigma economico e sociale per l’inizio della costruzione di un Nuovo Umanesimo.

(E…non me ne vogliate a male: sono conscio che anche questo è post di lunga lettura, ma è il solo strumento che mi/ci permette di “passar parola” in forma originale. Difendendo il Progetto dai Bla Bla inconcludenti e sempre più diffusi del politichese e dell’ignoranza diffusa).

Dicevamo di una radice quadrata di un “1%”, ben coeso e determinato, infatti, che sappia produrre azioni amorevoli e con la loro frequenza positiva, contribuiscano ad imprimere il compimento anche del “miracoloQUID”; convincendo di conseguenza la maggioranza del resto del 99% a seguire con attenzione quello che il nostro programma promuove.

Fra le originali novità del 2019, il 2 febbraio prossimo, a Bassano del Grappa (VI) ci sarà anche il lancio del nuovo Partito Valore Umano (PVU). Saranno presentate le strategia ed il programma 2019/2021!

Finalmente, un Partito che potrà promuovere e comunicare – senza rischiare di ledere le regole della Costituzione – le più importanti azioni inserite nel Progetto e nel Programma COEMM.

Grazie a quanto fatto fino ad oggi da COEMM e CLEMM, il nuovo PVU potrà infatti sbandierare il Diritto di Dignità e il resto dell’equilibrio costi-benefici che la Comunità Italiana dovrebbe attivare per iniziare una fase di vere libertà serenità e prosperità per tutti gli Italiani; senza che nessuna denuncia promossa da “detrattori tanto interessati a far cadere questo Progetto”, possa indurre la Magistratura ad avanzare ipotesi di violazioni di Legge.

Per chi ha “occhi per ben vedere e orecchi per udir bene”, questo è il più eclatante dono che il Progetto COEMM regala a tutti quelli che lo hanno sostenuto e ne hanno compreso il valore e la determinazione etica.

La realtà che c’è fuori dal Programma COEMM – ora anche ripreso dal PVU – è infatti quanto di più drammatico possa esservi in una Nazione simbolo e d’esempio pilota, come l’Italianità migliore dimostra storicamente.

Il nostro Paese e la gran parte del Mondo vivono una realtà drammatica, che sta “esaurendo Madre Terra”: sino a privarla del naturale nutrimento per ogni suo essere vivente.
E chi non conosce ciò che “anima” i minerali, i vegetali, gli animali, gli Umani può pensare che tale “naturale nutrimento” escluda, appunto, i minerali. Invece no, per studiosi dello spirito come Giordano Bruno, Albert Einstein, Rudolf Steiner e Pietro Ubaldi, anche i minerali sono “esseri con un’anima” i quali, con il tempo, muteranno come gli altri ed evolveranno nella “spirale energetica” che li riporterà alla settima dimensione degli arcai (ovvero, per chi ci crede, a Dio). Gesù, per chi sa legger bene certe scritture, ne fu ampio testimone.

Dopo l’ultima guerra Mondiale e, specialmente, negli ultimi e moderni 25 anni, a parere di coloro che mi hanno formato, la maggioranza degli Esseri Umani è stata “ancor più divisa e schiavizzata” nel pensiero etico-spirituale e, di conseguenza, nell’idea della costruzione della condivisione di tutto quello che il Creato può offrire: ad iniziare dal lavoro. Quest’ultimo è infatti diventato una dimensione del mero profitto, dei pochi sui molti, invece che evolversi e realizzarsi definitivamente nel principio liberale di “baratto etico” fra Esseri Viventi, veicolo di una naturale spirale di “Trascendenza spirituale”.

Per far comprendere sempre più il vero valore della funzione naturale del “baratto solidale” nella modernità e specialmente in quella del terzo millennio d.c., è necessario che i migliori Esseri Umani sappiano convincere la maggioranza dei propri simili – democraticamente – ad introdurre un totale cambio di paradigma economico-sociale e promuovere regole capaci di produrre l’emissione a credito per infrastrutture e servizi strategici dello Stato.

Può interessarti
#salottoculturale - tema del mese di Giugno 2018

Il tutto è possibile solo con una moneta parallela a quella ufficiale europea, che noi chiamiamo “StatoNota” (nessun Trattato europeo e internazionale lo vieta).

Con tale moneta parallela (nel programma che il PVU presenta il giorno 02/02/19 saranno spiegati i dettagli) si potrebbero correggere – step by step – tutte le storture della attuale carta moneta ufficiale (euro), emessa a debito e costituitasi, quest’ultima, su un errato senso del capitalistico profitto e di una perfida considerazione delle Masse (da parte di qualche “povero diavolo”, ai vertici della stanza dei bottoni)…

La stragrande maggioranza dei Politici Italiani (vecchi e nuovi), per modificare la drammatica realtà in cui vivono molti, promuove una permanenza nell’euro-moneta; oppure ne propone l’uscita dalle logiche d’essa: niente di più anacronistico e molto, molto pericoloso!

È infatti pericoloso rimanere ancorati esclusivamente all’attuale paradigma, così come lo è chiedere di uscire dal “sistema euro”.

Dire di voler “uscire dall’Euro”, infatti, equivale a pensare di “potersi porre sui binari, a mani nude, per cercare di fermare un treno in corsa”!

Uscire dall’euro, oggi, sarebbe un disastro per molti Esseri Umani di quella Nazione che
lo richiede. Crollerebbero le funzioni base di un Paese moderno: in pochi giorni verrebbe a mancare energia per dare corrente a ospedali, scuole, treni, metropolitane; di conseguenza aumenterebbero le speculazioni sul Paese; crollerebbero i consumi e quindi il lavoro! Un Disastro!

Chi promuove di uscire dall’Europa è un ignorante che fa tanto male alla Comunità; oppure è un “furbastro sovvenzionato” dai soliti Burattinai; i quali si “pappano” la ricchezza del Mondo, alla faccia dell’ignoranza delle Masse. Ignoranza che, inevitabilmente, genera invidie, rancori, cattiverie: tutti dis-valori che, a loro volta, generano divisioni difficili da riunire in capacità cognitive positive e solidali (vedi dati CENSIS 2018 sull’aumento del rancore, della cattiveria e della voglia di autoritarismo degli Italiani).

Il grande dono di COEMM e CLEMM ai suoi Aderenti ed a tutti gli Italiani, è proprio quello di aver dato vita al programma etico e solidale che ora è protetto e promosso anche dal PARTITO VALORE UMANO (PVU)!

D’ora in poi, il Micro Credito Sociale (MCS), concepito come DIRITTO DI DIGNITÀ in forma privata e di esempio pilota, come contributo alla circolarità dell’economia reale e promosso inizialmente attraverso COEMM e CLEMM, diventa anche la determinata è strutturata campagna Politica del PVU. Ovviamente riveduto affinché possa essere concesso a tutti gli Italiani (e non solo agli Aderenti ai CLEMM, come deciso da investitori internazionali in forma privata).

Una campagna, quella del PVU che, unitamente al crescere in qualità e numero dei vari “Salotti Solidali dei CLEMM” (anche grazie al Progetto Il Calcio è Vita), diventerà nei prossimi due anni una campagna di civiltà, di saggezza e di creatività senza eguali nel Mondo.

Una campagna che diventerà emblema culturale, sociale e politico del programma PVU fino al pieno successo per tutti. Non sarà certo facile, ma è possibile.

A supporto della suddetta campagna, il PVU ed il sottoscritto sanno e contano sull’esempio pilota che i Partner esterni al COEMM hanno già accettato di concedere agli Aderenti ai CLEMM, più consapevoli del valore progettuale.

Con l’avvio del MCS in forma privata – dopo la prevista e necessaria formazione – (affinché nessuno possa passar parola in modo diverso da quello originale), si avvicineranno al Progetto COEMM ed al programma che ora è anche del PVU, i più importanti Mass Media e sicuramente sempre più Persone.

Può interessarti
#salottoculturale - tema del mese di Settembre 2018

A quel punto, il PVU potrà promuovere e sostenere il proprio programma, affinché esso possa diventare il “fiore all’occhiello” della maggioranza dei migliori Italiani. Quegli Italiani che si renderanno conto, molto presto, degli errati principi dei politici che sono stati premiati alle ultime elezioni politiche italiane (dei precedenti meglio stendere un velo pietoso).

Questi ultimi al Governo, a mio avviso, avranno altri 15/16 mesi di “inerziale” autonomia: fino al dopo elezioni per il Parlamento Europeo. Tornata elettorale a cui il PVU non intende partecipare, perché la ritiene inutile: è infatti un Parlamento privo di efficacia democratica, in quanto le sue leggi sono già decise da un manipolo di burocrati seduti sulle privatissime poltrone della Commissione Europea.

Dopo tale periodo, nel quale la Lega potrà esibire il “ce l’ho duro” dei suoi vertici (ma null’altro) ed il netto ridimensionamento dell’ipocrisia del vertice M5Stelle, allora l’evidenza della gravissima crisi che incombe sull’Italia darà i suoi drammatici risultati: basti vedere i negozi della micro e piccola impresa (artigianale e commerciale) sempre più vuoti e chiusi. Le offerte di lavoro sempre più precarie e schiavistiche. Un costo di carburanti, asili, scuole, università, energia elettrica, gas, cibi, bevande, tasse sempre più alti e “sanguisughe”!

Azioni che porteranno all’inevitabile inasprimento delle politiche già insite nel “patto scellerato” che l’attuale Governo Lega-Stellato ha dovuto accettare con la Commissione Europea, malgrado baldanze di prima ora. Il conto da pagare per tale stoltezza è di 10 miliardi. Subito. Ma le concessioni alla Commissione Europea da parte di questo Governo non finiscono qui. Perché Bruxelles ha preteso e ottenuto un controllo sul “cantiere italiano” anche per il triennio 2020-2022 addirittura raddoppiando il valore delle cosiddette clausole di salvaguardia sull’Iva: se non si troveranno coperture alternative, vanno tirati fuori 23 miliardi tra due anni, aumentando l’imposta. Una stangata che nel 2021 e nel 2022 potrebbe arrivare addirittura a quasi 29 miliardi per ciascun anno.

Costi, i suddetti, che la maggioranza dei 18 milioni di Italiani sulla soglia di povertà dovrà purtroppo subire con gravissimi disagi ed un poco augurabile malcontento che favorisce i soliti stolti rigurgiti di totalitarismo (ma che a qualcuno fanno ben comodo. Vedi i corsi e ricorsi della Storia).

Unica via per venire fuori da tale fatale e triste previsione è quella intrapresa dal nostro Progetto COEMM e dal nuovo Programma politico del PVU.

Con il PVU pungoleremo chiunque abbia sbagliate intenzioni politiche e, per ignoranza o sciocchi opportunismi, continui a difendere e sviluppare Leggi inique e controproducenti.

Finalmente, i migliori Italiani, avranno la possibilità di dare supporto esterno ad un Partito Politico formatosi grazie alla base più etica e solidale del Paese. Un Partito, il nuovo PVU, che ha già vinto, per ciò che propone il suo programma. Un programma culturale e sociale oramai condiviso da tante meravigliose Persone le quali, ogni mese, si ritrovano e discutono – senza rischi – su temi culturali e sociali d’importanza capitale: venendo a scoprire quali siano le vere cause delle cicliche crisi e povertà.

A mio modo di vedere, la seconda più incisiva rivoluzione culturale della storia dell’umanità. La prima c’è già stata: circa 2019 anni fa…

Una rivoluzione culturale, quella del programma COEMM, ora anche PVU, che è pacifica, saggia, etica, idealmente creativa e con quelle caratteristiche di modernità che potranno permettere di divulgare – sempre più – le seguenti storiche parole:
Libertà, Serenità, Prosperità.
Quelle che, grazie a modernità tecnologiche sempre più avanzate, meritano i migliori Italiani e, con il loro esempio pilota, il resto dell’Umanità. Malgradi tante ottusità, siano entrati in un tempo in cui alcuni “esempi pilota” possono coinvolgere con facilità grandi Masse.

Può interessarti
#salottoculturale - tema del mese di Novembre 2018

Cara “Madre Terra”, oramai, in Italia, c’è una Massa Critica di Persone che ha preso a conoscere quali siano le vere cause di crisi e povertà. E a sapere quale sia la via per cambiare l’attuale disastroso paradigma economico, sociale e finanziario. Cambiare in meglio, Oggi, si deve e si può!

Un sereno Natale a tutti ed un 2019 d’etico e proficuo Passa Parola…
(Anche a Papa Francesco: chissà che un giorno non accetti d’incontrare una nostra delegazione, affinché gli si possa spiegare compiutamente il programma per un Mondo Migliore: con massima umile deferenza e pari dignità).

Vi lascio sulla poesia di questa canzone di Whitney Houston – When You Believe (From The Prince Of Egypt) con Mariah Carey

Ecco la traduzione di questo splendido brano. Cantato da due donne dalla voce magica…

Abbiamo pregato molte notti
senza aver la prova che qualcuno ci sentisse
nei nostri cuori la speranza di una canzone che avevamo a malapena compreso

Ora non siamo spaventati
sebbene sappiamo che c’è molto di cui aver paura
stavamo spostando montagne prima ancora che sapessimo di poterlo fare, ah sì

Possono avvenire dei miracoli
quando hai fede anche se la speranza è fragile,
è difficile da uccidere, chissà quali miracoli puoi compiere

quando hai fede in qualche modo ce la farai

ce la farai quando avrai fede

Mmm… (mmm) sì
in questo periodo di paura
quando pregare spesso si dimostra vano la speranza sembra come gli uccelli d’estate

che troppo in fretta sono volati via

ancora adesso me ne sto qui
il mio cuore è cosi pieno, non riesco a spiegarlo cercando la fede e dicendo parole
che mai avrei pensato di dire

Possono avvenire dei miracoli
quando hai fede (quando hai fede)

anche se la speranza è fragile,
è difficile da uccidere (mmm)
chissà quali miracoli
puoi compiere (puoi compiere)

quando hai fede in qualche modo ce la farai
ce la farai quando avrai fede

Non accadono esclusivamente quando li chiedi, ah
Ed è facile arrenderti di fronte alle tue paure, hmm oh

Ma quando sei accecato dal dolore

non vedi la strada da seguire, e ti ritrovi sotto la pioggia
una sottile ma ferma, determinata voce
ti dice che la speranza è molto vicina

(Oh oh) possono avvenire dei miracoli (miracoli)
quando hai fede (ragazzo, quando hai fede, eh)
(anche se la speranza è fragile) anche se la speranza è fragile
è difficile da uccidere (è difficile) (difficile da uccidere, oh sì)
chissà quali miracoli
puoi compiere (puoi compiere , oh no)

quando hai fede in qualche modo ce la farai

Commenti