Il WebBlog di ...

Continua il Festival del benessere

Continua il Festival del benessere
8 giugno 2018

 Caramanico Terme
Foto di Sergio D’Ambrosio @Majambiente

Escursioni notturne per osservare gli animali selvatici, trattamenti relax alle Terme di Caramanico, passeggiate filosofiche, trekking ed escursioni nei luoghi più suggestivi del Parco della Majella. Ma anche concerti e reading nelle vie del Borgo, degustazioni di prodotti tipici del territorio,  incontri con i vincitori del Premio Benessere.

C’è l’imbarazzo della scelta al Festival del Benessere che si svolge fìno al prossimo 10 giugno a Caramanico Terme, nel cuore del Parco nazionale della Majella, e sta accogliendo moltissimi turisti e visitatori. Un dato che conferma la vocazione dell’Abruzzo al “turismo wellness”, inteso non solo come cura dell’individuo e del corpo, ma anche come concetto universale di diritto alla salute e alla felicità dell’uomo e delle comunità sociali. Se il turismo rappresenta un settore economico trainante per la nostra economia (l’11,1% del Pil e il 12,6% in termini di occupazione) all’offerta più convenzionale se ne stanno aggiungendo altre meno scontate. Alcune ricerche hanno stimato che 1 italiano su 2 preferisce fare vacanze green e sostenibili, attente al consumo di risorse, ad una alimentazione sana, al rispetto dell’ambiente.

“Nella scelta di queste vacanze”, spiega Simone Angeleucci, Sindaco di Caramanico e ideatore del Festival,  “c’è la volontà di entrare in contatto con la natura, di fare sport, di conoscere il territorio. Sempre più persone infatti considerano la vacanza come un’occasione per aumentare la qualità della propria vita, il proprio benessere psico-fisico, vivendo esperienze uniche e significative oppure praticando attività sportive.” E la natura si conferma essere uno dei luoghi fondamentali per accrescere il proprio livello di wellness: considerata tale da più di 4 italiani su 10 che associano all’ambiente naturale il concetto di “rigenerarsi”, “tornare in forma”. Un approccio più completo e consapevole alla vacanza che si sta facendo strada velocemente tanto che a livello mondiale rappresenta il 14% della spesa totale nel mercato dell’ospitalità arrivando a valere 494 miliardi di dollari. Cifre non da poco neanche in Italia dove il turismo wellness ha raggiunto un valore stimato pari a 2 miliardi e 175 milioni di euro annui.

Può interessarti
Sale: mille altri modi per utilizzarlo.

Il Festival – quest’anno alla 3° edizione – declina il concetto di benessere a 360°  in molteplici iniziative: dall’apprezzare la bellezza della natura del Parco della Majella – l’area wilderness più grande d’Europa –  al godere delle acque termali miracolose, dalle escursioni e gli sport all’aria aperta, ai talk show con personaggi della cultura e della società. Una full immersion nel benessere e nella bellezza, possibile grazie all’unicità del territorio della Majella: un’area dell’Abruzzo ancora integra e lontana dai flussi turistici di massa, dominata dai quasi tremila metri della Montagna Madre, ricchissima di fauna selvatica tra cui lupi, orsi e camosci, impreziosita dalle sorgenti termali di Caramanico (le seconde in Europa per presenza di idrogeno solforato),in un territorio che offre infinite possibilità per praticare sport all’aria aperta e costellato dalla presenza di molti eremi e abbazie.

Source: lanuovaecologia.it

Può interessarti
Per gli italiani il vetro è amico del mare
Commenti