Il WebBlog di ...

Partito Valore Umano (PVU) – La PANDEMIA della PAURA “CORONAVIRUS”

13 marzo 2020

Comunicato Stampa – Roma, 10 Marzo 2020

di Andrea Libero Gioia
The WALK of CHANGE


Partito Valore Umano (PVU)

La PANDEMIA della PAURA “CORONAVIRUS”

 

Desideriamo fornire dei dati importantissimi rispetto a quanto sta accadendo in Italia in questi giorni.
Riprendiamo fedelmente, per far capire meglio le dinamiche attuali, alcuni dati ufficiali, presenti e visionabili presso il sito dell’ ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ e gia’ pubblicati anche e rispettivamente da due giornalisti autonomi molto rinomati, Marcello Pamio e Matteo D’Amico.

I dati a cui facciamo riferimento, in questo Comunicato Ufficiale espresso, si rifanno alla data del 4 Marzo, ossia 5 giorni fa, e quindi in continuo cambiamento e aggiornamento, ma ci danno un idea ben specifica di quanto fino ad oggi accaduto e di quanto ancora potra’ accadere.

Ma parliamo di numeri entrando nel dettaglio.
Numero Decessi avuti in Italia, dal primo caso riconosciuto e riscontrato di CONTAGIO di questo nuovo virus denominato CORONA VIRUS, sono stati 105( centocinque ).
Parliamo di 105 vittime, ma cosa intendiamo per VITTIME?
Intendiamo persone fisiche, italiane, come tutti noi, MORTE?
Purtroppo e Certamente, si, ma NON “PER” COLPA del CORONA VIRUS, ma in realtà, “CON” il contagio del CORONAVIRUS.
Puo’ risultare impercettibile questa desinenza “CON” piuttosto che “PER” nel spiegare la morte di una persona, ma definisce un MESSAGGIO dato MOLTO IMPORTANTE che puo’ CAMBIARE, addirittura, LA STORIA DI UN INTERO PAESE.

Sara’ proprio l’utilizzo improprio di questa desinenza, che tragiche dichiarazioni fatte in pubblico da giornalisti e, cosa ancor più grave, da POLITICI e FIGURE ISTITUZIONALI ITALIANE, ci ha portato a questa situazione di CAOS nella Nazione Italia, ma soprattutto di CONTAGIO della PAURA, poi diffusosi in tutto il Mondo.

Ma facciamo una breve disamina, per capire come questo virus arrivi fino in Italia e contagi noi italiani.
Il virus si pensa sia partito dalla citta’ di WUHAN, in Cina, da un laboratorio di ricerca dell’OMS( Organismo Mondiale della Sanita’), intorno alla metà’ di Settembre 2019.
Calcolate che l’allarme ufficiale per il propagarsi di questo virus, e’ stato dato in Cina soltanto un mese e mezzo dopo la prima vittima, e solo da quel momento, sono stati presi provvedimenti di contenimento molto seri per arginare il diffondersi di questo VIRUS EPIDEMICO, denominato CORONA VIRUS.

Immaginate che parliamo della nazione, la CINA, CON IL PIU’ alto numero al Mondo, per densita’ e numero demografico di Popolazione e immaginate quanti di loro, i cinesi, abbiano continuato a girare indisturbati in lungo e largo per tutto il Pianeta in quell’arco temporale di 90 giorni, prima del lancio dell’allarme ufficiale.

Gia’ soltanto questo, vi puo’ far ben intendere che, essendo presenti comunita’ di Cinesi in ogni angolo del Globo e in qualsiasi citta’ di qualsiasi nazione, il CORONA VIRUS, che puo’ essere considerato un virus influenzale a tutti gli effetti, e’ girato e si e’ espanso probabilmente ovunque.

Comprendere anche, che, con molta probabilita’, molti di voi, che ora stanno leggendo, magari lo hanno già avuto e, senza rendersene conto, lo hanno già indennemente passato e superato, oppure sono semplicemente dei portatori sani, che non hanno sofferto nessuna complicanza in termini di Salute, pur essendone stati contagiati.

Ricordiamo, a tal proposito, che il primo caso di CONTAGIO DA CORONAVIRUS IN EUROPA, NON E’ AVVENUTO IN ITALIA, COME DA MOLTI MEDIA ITALIANI E INTERNAZIONALI INIZIALMENTE RACCONTATO E SCRITTO, ma bensi’, in Germania, mentre il secondo, molto probabilmente, in Francia.

Solo poi, e almeno 3 settimane dopo , anche in Italia arriva il primo caso di CONTAGIO, peccato che questo importante dato, venga reso pubblico soltanto dopo che venga ERRONEAMENTE DICHIARATO che l’Italia sia stato il primo paese in Europa a subire il Contagio di questo Virus di origine cinese.

Ma andiamo oltre e concentriamoci su CHI POSSA COLPIRE questo tipo di INFLUENZA, almeno da quanto riportato dal nostro ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ’ ITALIANO, e cioe’ attacca solo le persone che abbiano superato i 50 anni.

Infatti si riscontrera’ in base a questi dati, che l’eta’ media di contagio che puo’ coincidere con addirittura la morte “CON” questo Virus e “NON PER ” questo Virus, e’ di “81 anni”, e nel quasi 70% dei casi, avendo gia’ in essere TRE o PIU’ DI TRE PATOLOGIE CRONICHE PREGRESSE, ossia si muoia solo nel momento in cui si stia gia’ male e si abbiano le DIFESE IMMUNITARIE ABBASSATE o COMPLETAMENTE ASSENTI per colpa di altri GRAVI PROBLEMI DI SALUTE E DI PATOLOGIE PREGRESSE.

Ecco, questa definizione, ci fa immediatamente comprendere che non venga contagiato nessun bambino o giovane o che quantomeno il contagio possa avvenire quasi e solo esclusivamente in persone gia’ molto anziane, e per di più’ anche molto malate, fino ed anche, in alcuni casi, accompagnarli anche alla morte e “NON CAUSARNE LA MORTE”.

Diciamolo, Politici, Giornalisti e, mi dispiace dirlo, molti PROFESSIONISTI del personale medico italiano, hanno dichiarato e affermato parole equivoche che hanno di fatto omesso le verita’ sopra espresse, CAUSANDO IL PANICO GENERALE, NON SOLO IN ITALIA, ma in TUTTO IL PIANETA, e per questo i responsabili di tale comportamento, prima o poi, saranno destinati ad assumersi le proprie RESPONSABILITÀ rispetto a quanto sta accadendo e accadra’ in Italia a tutti NOI italiani, nel presente e nel futuro.

Detto cio’ entriamo nello specifico definendo le percentuali esatte di CONTAGIO RISPETTO ALLE VARIE FASCE DI ETÀ dai 50 anni in su.
Tra i 50 e 60 anni, percentuale di contagiati uguale a 2,8%
Tra i 60 e 70 anni, percentuale di contagiati uguale a 8,4%
Tra i 70 e 80 anni, percentuale di contagiati uguale a 32,4%
Tra i 80 e 90 anni, percentuale di contagiati uguale a 42,2%
Oltre i 90 anni, percentuale dei contagiati 14%

Ma facciamoci una DOMANDA IMPORTANTISSIMA :
Chi muore CON il CORONAVIRUS?
La risposta è :
SOLO PERSONE CON GRAVI PATOLOGIE GIA’ IN ESSERE E PRESENTI NEL SOGGETTO POI CONTAGIATO.
Quindi diciamolo e sottolineamolo :
E’ STATO FATTO UN ALLARMISMO SENZA RAGIONE PER UN VIRUS INFLUENZALE CHE PUO’ SOLO, E IN ALCUNI CASI, ACCOMPAGNARE “ANCHE” ALLA MORTE SOGGETTI CHE MOLTO PROBABILMENTE SAREBBERO MORTI COMUNQUE E CHE PRATICAMENTE “MAI ATTACCA” E SOPRATTUTTO
“NON FA MORIRE PERSONE SANE”, QUINDI, NON PUO’ E NON POTRA’ MAI ESSERE DEFINITO PANDEMIA PER LA SUA EVIDENTE “NON PERICOLOSITA’ “, ma, in realta’, essere paragonato alla stregua di una “SEMPLICE INFLUENZA” forse facilmente trasmissibile e molto contagiosa, ma “NON MORTALE”, almeno non come fu per la PESTE BUBBONICA da Alessandro Manzoni descritta, alla quale ed invece, da qualche giornalista incosciente e poco attento e’ stata inopportunamente paragonata.

Ma continuiamo con altri dati esatti forniti dall’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ’ :
Percentuale dei DECEDUTI in funzione del loro numero di patologie presenti prima di essere contagiati.
CON 3 o 4 o PIU’ PATOLOGIE PREGRESSE il 67%
CON 2 o 3 PATOLOGIE PREGRESSE il 18%
CON 1 PATOLOGIA PREGRESSA 15%
Con 0 PATOLOGIE PREGRESSE, PERCENTUALE DEI MORTI PRATICAMENTE ASSENTE OSSIA 0%.

Quindi se state bene, e conducete una vita sana, o avete meno di 50 ANNI, e malauguratamente dovreste mai essere stati contagiati da questo CORONA VIRUS, TORNATE A RESPIRARE E A VIVERE LA VOSTRA VITA SENZA PAURA, PERCHE’ “NON MORIRETE”.

Invece tra le persone anziane con PATOLOGIE PREGRESSE che hanno riscontrato un esito mortale dopo essere STATE CONTAGIATE DAL VIRUS, riportiamo i seguenti dati:

Con IPERTENSIONE PREGRESSA DECEDUTE il 74,6%
Con CARDIOPATIE ISCHEMICHE PREGRESSE DECEDUTE 70,2%
Con DIABETE MELLITO IN FORMA GRAVE E PREGRESSO 33,8%

Analizzando questi dati abbiamo un dato fondato sul quale TRANQUILLIZZARE TUTTA LA POPOLAZIONE ITALIANA e cioe’ che il 67% dei DECEDUTI aveva ALMENO 3 o PIU’ di 3 PATOLOGIE GRAVI IN ATTO e che quindi se NON FOSSE MORTA dopo aver contratto questo CORONA VIRUS, sicuramente sarebbe morta di li a poco anche e con un SEMPLICE RAFFREDDORE.

Con questi dati, quindi, che cosa chiediamo?
Intanto di riaprire immediatamente tutte le scuole, i teatri, i cinema e qualsiasi luogo di incontro a livello sociale, invece chiusi per via dell’INGIUSTA E ANTI COSTITUZIONALE ORDINANZA EMESSA.

CHIEDIAMO, altresi’, di voler dare annuncio immediato agli OSPEDALI, DI CONCENTRARSI MAGGIORMENTE E SPECIFICATAMENTE sulla cura e salvaguardia delle persone anziane oltre i 65 anni e che magari hanno in essere gia’ patologie gravi in corso, visto che rappresentano i soggetti a maggior rischio nel poter perdere la vita e di DIRAMARE invece un AVVISO per i piu’ anziani, ed oltre i 65 anni, di riguardarsi a casa, facendo uso e consumo quotidiano di VITAMINA C e D riconosciute a livello planetario, come assoluto toccasana contro qualsiasi virus influenzale.

Ma analizziamo anche un altro discorso, cioe’ quello dei così detti TAMPONI.
Perche’ si utilizzano i TAMPONI, piuttosto di esami specifici del sangue per verificare chi sia stato contagiato o meno da questo virus?
E’ vero che i TAMPONI possano avere anche dei margini di errore molto alti dando dei falsi positivi a questo tipo di test?

Dagli Stati Uniti, viene riconosciuto che il costo di un esame con TAMPONE costi tra i 2.000 e i 3.000 dollari, a quanto ammonta la spesa per l’utilizzo qui, in Italia, di questo sistema di controllo e monitoraggio sulle persone per verificare l’esistenza del contagio da virus?
Si potrebbero rendere i dati pubblici?

Noi pretendiamo di si, e lo pretendiamo come cittadini contribuenti al sistema economico pubblico che finanzia la sanità, per questo PRETENDIAMO TRASPARENZA NEI CONTI E NELLE SPESE che ci costringete a sostenere e che avete voluto adottare per monitorare un virus che, gli stessi dati da voi forniti ci fanno intendere non sia affatto così’ PERICOLOSO E MORTALE, come invece sostenuto dal Governo in Carica.

Pretendiamo, inoltre, che venga fatto un controllo a tappeto su tutta la popolazione italiana, per verificare quanti casi di contagio effettivamente vi siano ad oggi, e solo dopo aver monitorato e verificato tutta la popolazione per intero, iniziare a parlare di reali e non supposte percentuali di rischio.

Questo, necessario, a nostro avviso, per sfatare e tranquillizzare l’intero popolo italiano, dando loro la prova che, anche se il rischio di contagio puo’ essere alto, diversamente, il rischio di ammalarsi o addirittura morire per via del CORONAVIRUS e’ praticamente limitatissimo e poco probabile se non appartenenti ad una fascia molto ristretta di persone oltretutto gia’ molto malate per patologie pregresse.

Se pensiamo, oltretutto, che ogni anno, nel Mondo, muoiono 10.000(diecimila) persone, esclusivamente e per via
dell’influenza, vorremmo capire come si possa pensare di dichiarare e denominare questo nuovo CORONA VIRUS, un EPIDEMIA o addirittura portarlo al livello di PANDEMIA GLOBALE, quando i dati ufficiali di morti per questo virus, riportano numeri assai più bassi.

Ma iniziamo ad analizzare i “DANNI ECONOMICI” che l’allarme di EMERGENZA lanciato dal Governo in carica insieme a tutta la Stampa e le Televisioni italiane hanno prodotto in Italia, per non parlare del danno immediato che stanno subendo le regioni del NORD ITALIA, direttamente interessate dalla cessazione del transito di qualsiasi merce e mezzo per via dell’ipotetica salvaguardia da CONTAGIO EPIDEMICO.

A tal proposito, qui riportiamo un analisi, in termini numerici, del Professor Valerio Malvezzi, esperto consulente economico ed economista, che sempre con riferimento alla data del 4 di Marzo 2020, ci racconta prima i Miliardi di fatturato che incidono sul PRODOTTO INTERNO LORDO regione per regione e prendendo in esame solo ed esclusivamente le 4 regioni italiane colpite ad oggi dal DECRETO DI ORDINANZA emesso da questo attuale Governo per l’EMERGENZA del CORONAVIRUS, e che di fatto le ha isolate completamente nella produzione industriale e nei trasporti.

La LOMBARDIA produce annualmente 390 miliardi di Euro di PRODOTTO INTERNO LORDO(Pil).
Il VENETO, invece, ne produce 163 di MILIARDI DI EURO come PIL.
Il PIEMONTE, invece produce 137 di MILIARDI DI EURO di PIL.
Ed infine, ultima ma non ultima, l’ EMILIA ROMAGNA con 161 MILIARDI DI EURO di PIL prodotti.

Per chi non capisca o comprenda bene questi dati, per farla corta, possiamo tranquillamente affermare che queste 4 regioni hanno rappresentato e rappresentano, unite, il 50% di tutto quello che viene prodotto e porta profitto in Italia ogni anno, praticamente, per colpa di un’INFLUENZA, quest’ORDINANZA ha praticamente messo in ginocchio il motore trainante dell’ECONOMIA E DELL’INDUSTRIA ITALIANA e questo portera’ ripercussioni apocalittiche e drammatiche sulle sorti dell’intero paese ITALIA.

Lo sforzo effettuato dal Governo dopo l’emissione dell’Ordinanza per arginare il danno economico causato da questa e’ stato, a parere del Professor Malvezzi, sicuramente MINIMO ED INADEGUATO alla portata del DANNO RICEVUTO.
Infatti il Governo ha sostenuto il disagio alle Regioni, con un importo di 7 Miliardi di Euro, a fronte dei 40 Miliardi, che invece il Professor Malvezzi avrebbe calcolato per la copertura.

Il Professore, che come tutti noi, ancora non puo’ sapere sino a quando verra’ prorogata questa ASSURDA ORDINANZA, ad oggi e in questo momento, stima che il danno subito superi abbondantemente il 10% di PERDITA sulla base di riferimento di quanto prodotto l’anno precedente all’attuale (2019) e gia’ “solo questo”, potrebbe portare l’intero Paese verso il COMMISSARIAMENTO, come successo in Grecia nel recente passato e che ha visto il Popolo Greco, una volta raggiunto il “DEFAULT”, completamente sottomesso ad una politica di Austerity dettata dalla Troyka del NORD EUROPA, dove le PRIVATIZZAZIONI l’hanno fatta da padroni e tutto il sistema pubblico ha collassato portandosi dietro le vite di milioni di persone ridotte alla POVERTA’ ASSOLUTA.

Tutto questo, poi, senza calcolare i danni collaterali che verranno riportati nel breve e lungo termine per quanto concerne il turismo, visto che almeno 6 o 7 Nazioni nel Mondo, hanno completamente chiuso qualsiasi rapporto con l’Italia, chiudendo le frontiere sia ai nostri connazionali in visita li da loro per motivi di lavoro o turismo, che ai loro, di connazionali e che solitamente erano sempre venuti in vacanza nel nostro paese.

Considerate che questo avverra’ almeno fino a quando il piano di emergenza Corona Virus, venga definitivamente interrotto e il Nostro Paese torni ad essere annoverato tra i Paesi sicuri e non piu’ tra quelli a rischio contagio, come invece ad oggi veniamo visti e classificati nella maggior parte del Pianeta.

Ma non e’ finita, infatti, il Governo, ancora non contento del danno provocato all’intera Nazione, continua ERRORE DOPO ERRORE, a distruggere quello che ancora potrebbe essere salvato.

Questa volta, infatti, ci pensa un NOSTRO TECNICO GOVERNATIVO chiamato WALTER RICCIARDI, che, il giorno 6 Marzo 2020, esordisce con una DICHIARAZIONE UFFICIALE MOLTO GRAVE, che forse sara’ passata inosservata a molti italiani, ma sicuramente, non a noi.

E che cosa dichiara esattamente questo Signor Ricciardi?
Dichiara che se nei prossimi 7/10 giorni, ossia tra il 13 e il 16 Marzo 2020, verranno confermati altri casi di CORONAVIRUS, anche in PAESI del CONTINENTE AFRICANO e nei PAESI del SUD AMERICA, verra’ fatta una ulteriore DICHIARAZIONE UFFICIALE che questa volta, PROCLAMERA’ uno stato in essere di “PANDEMIA MONDIALE”.

E perche’ proprio questo signor Ricciardi fa una tale affermazione?
Ve lo siete chiesto?
E poi, sapete chi sia questo signore e perche’ sia proprio lui a poter fare affermazioni del genere?

Ebbene, per chi avesse la memoria corta, vi ricordiamo che questo signore, Walter Ricciardi, fu nominato nel Novembre 2017, dall’allora Governo Gentiloni, come uomo di rappresentanza dell’O.M.S.(Organismo Mondiale della Sanità ) in Italia (Executive Board OMS) per la durata di tre anni e fino al 2020, quindi parliamo di un profilo come Alto Dirigente, membro dell’Ufficio Esecutivo dell’OMS e quindi con tutti i poteri a lui conferiti.

Ma andando a ritroso, ricordiamo che sempre il Ricciardi, fu anche membro della squadra del Ministero della Sanita’ Italiana che nel 2017 introdusse con il Decreto Legge Lorenzin legge numero 119, ben 10 VACCINI OBBLIGATORI per tutti i nostri figli, e ricordiamo anche che ,proprio lui, stilo’ la prima bozza di legge di quel decreto infame, che per fortuna e soprattutto, grazie alle centinaia di proteste di piazza organizzate in tutto lo stivale italiano e condotte da genitori molto attenti e impegnati nella salvaguardia dei propri figli, NON ANDO’ MAI IN PORTO E FU RESPINTA AL MITTENTE.

Ma, UDITE UDITE, la proposta di questo signore, prevedeva NON 10, ma bensi’,
14 VACCINI OBBLIGATORI, non solo per i bambini, ma anche per gli adolescenti fino ai 17 anni non compiuti, con multe di 7.500 € per le famiglie che avessero voluto opporsi al Diktat e che proponeva, proprio lui, di TOGLIERE AI GENITORI, sostenitori del rifiuto all’OBBLIGO, la PATRIA POTESTÀ.
Un DITTATORE.

Ora che avete piu’ chiaro chi sia questo signore, andiamo avanti.
Infatti, sappiamo benissimo come ando’, ma in ogni caso, questo deve servire a farvi comprendere di che “PERSONAGGIO” stiamo parlando, uno che NON RISPETTA NE LA COSTITUZIONE(art.32 Diritto alla Salute, ne la Convenzione di Oviedo, ne la Carta Universale e Fondamentale dei Diritti dell’Uomo).

Inoltre, nel 2018, lo stesso si vede costretto alle DIMISSIONI dall’incarico Governativo che la Ministra “NON LAUREATA” Beatrice LORENZIN gli aveva affidato, questo per una DIFFIDA della CODACONS (nel Luglio 2018) che metteva in luce i suoi chiarissimi CONFLITTI DI INTERESSE per il ruolo da lui ricoperto, visti i suoi fitti intrecci e collaborazioni con varie e conosciutissime CASE FARMACEUTICHE(GSK, NOVARTIS….ecc.), questa storia finì anche sul programma seguitissimo in TV “Le IENE”.

Stranamente, ora lo vediamo RESUSCITARE come per magia, e ingaggiato dall’attuale Ministro della Salute Speranza, che addirittura lo colloca nella SQUADRA OPERATIVA con POTERE DECISIONALE DIRETTO, RISPETTO ALL’ATTUALE “EMERGENZA CORONA VIRUS”.
STRANO….
NON TROVATE?

Ancora piu’ strana, risulta questa data da lui anticipata (tra il 13 e il 16 Marzo 2020), per l’eventuale ed “UFFICIALE PROCLAMAZIONE DI PANDEMIA GLOBALE”, soprattutto se si pensa ad un’altra fattore chiamato “PANDEMIC BONDS” ossia BONDS (Buoni, Titoli) PANDEMICS (Pandemici, legati ad una PANDEMIA) emessi nel 2017 dalla Banca Mondiale e dalla Banca Internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo con un tasso di guadagno dell’11%, chiamate anche PANDEMIC EMERGENCY FINANCIAL FACILITY ossia FACILITAZIONI FINANZIARIE PER EMERGENZE PANDEMICHE, formate da 200(duecento) Milioni di Dollari da INCASSARE IMMEDIATAMENTE, se ci fosse un eventuale arrivo di una Pandemia Mondiale che riguardasse un certo numero minimo di nazioni coinvolte e durasse, (QUESTA PANDEMIA), almeno 12 Settimane.
Comprenderete, come ci e’ stato espressamente confermato in questi dati tutti raccolti in un interessante “Interrogazione Parlamentare” proposta proprio in questi giorni da due Parlamentari Italiane, Veronica Giannone e Sarà Cunial e documentate dall’Avvocato Giurista Mirella Manera ( Gruppo Salviamo la Costituzione) verso il Ministro della Salute Pubblica Speranza, che “NON HA POTUTO RISPONDERE alla DOMANDA POSTA”, che era :
“Che autorevolezza puo’ avere un Organismo in EVIDENTE CONFLITTO DI INTERESSI come e’ appunto ora l’OMS in Italia? ”

Un plauso permettetemelo e fatelo, a queste due uniche e coraggiose deputate che dasole ed uniche, in un intero Parlamento asservito ai Poteri forti, stanno cercando di Tutelare gli Interessi di un intero Popolo Italiano.

Ma soprattutto, in merito a questi PANDEMIC BONDS, che vedono lo stesso ORGANISMO MONDIALE PER LA SANITA’ coinvolto in un “GIGANTESCO CONFLITTO DI INTERESSI” per via dei fondi e degli investitori che lo finanziano per 3/4, e quindi NON PUO’ ESSERE CONSIDERATO UNO STRUMENTO AUTONOMO E SCEVRO DA QUALSIASI COLLABORAZIONE CON PRIVATI.

Ma anche qui, CHI SARANNO MAI QUESTI PRIVATI FINANZIATORI DELL’OMS?
Tra questi annoveriamo, come ENTI PRIVATI, e che quindi hanno DIRETTI INTERESSI, SOGGETTI INTOCCABILI, ma che NON POTRANNO MAI PERMETTERE allo stesso ORGANISMO MONDIALE della SANITÀ’ di operare con ETICA, BUON SENSO E SALVAGUARDIA DEL MONDO INTERO, visto che invece, proprio per colpa di questi conflitti di interesse, vediamo CALPESTARE DIRITTI INVIOLABILI, VIOLENTARE LA SALUTE DEI CITTADINI, e PEGGIORARE LE CONDIZIONI DI VITA DI INTERI POPOLI.
Infatti tra quei privati annoveriamo non solo le principali e “Piu’ grandi Case e Ditte Farmaceutiche del Mondo”, ma naturalmente ritroviamo anche il nome del magnate GATES, con la “Melinda & Bill Gates Foundation” e la ombrosa e misteriosa “GAVI ALLIANCE”….solo per fare QUALCHE NOME.

Ma ora, ammesso e non concesso che questo annuncio il quale l’ambiguo e viscido Walter Ricciardi non vede l’ora di fare, oltre tutto vada in porto, ci siamo mai chiesti che cosa ne sara’ dell’Italia e del Popolo Italiano?

Avremo in un secondo l’OPINIONE PUBBLICA MONDIALE CONTRO.
IMMAGINATE?
Pandemia Mondiale con Epicentro in Italia.

Potrebbero addirittura, estendendo la ZONA ROSSA a tutta la Nazione comprese le isole, chiudere TUTTE LE FRONTIERE.
BLOCCARE TUTTI I TRASPORTI.
BLOCCARE OGNI TIPO DI VIABILITA’, non si potrebbe, quindi ,ne viaggiare, ne circolare, ne girare per le strade.

Stiamo parlando di Codice Marziale, di Stato di Polizia, il Libro 1984 di Orwell, una triste realizzazione nella realtà’, la perdita assoluta di qualunque stato di Diritto, e tutti noi rinchiusi e prigionieri nelle nostre case, con le Televisioni che continueranno a SPAVENTARCI all’ENNESIMA POTENZA e tentare di farci abbandonare ogni tipo di speranza per il nostro futuro.

Non scherziamo piu’, abbiamo dimostrato che si tratta, per utilizzare le parole dell’unico Parlamentare Italiano che ha detto la Verita’ in Parlamento, Vittorio Sgarbi, di un “ENORME FINZIONE”, una finzione che però ci sta portando diretti in un baratro.

Omissis ….
(Oltre a ciò, c’è una parte del comunicato che il COEMM non ritiene utile promuovere e ciò perché non concorda con le azioni ivi contenute).

Attenzione: Questo Comunicato è stato prodotto da altri e non dal PVU. Vogliamo approfondire ogni cosa.

Lo faremo! Perché il Tempo è galantuomo!

Oggi, si deve e si può!

E lo dimostreremo sempre più!
PVU, pensaci tu!

 

Maurizio Sarlo
Fondatore COEMM

Segretario Politico del PVU


ASCOLTA I PODCAST

MONDO MIGLIORE TV


Partito Valore Umano

 

Scopri I servizi Master Blog

Commenti