Il WebBlog di ...

Quelli Che ci Fanno Riscoprire la Passione Per i Libri

Quelli Che ci Fanno Riscoprire la Passione Per i Libri
9 maggio 2018

Maggio è il mese dei libri. Tutto ha avuto inizio nel 2011, quando il Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, ha deciso di lanciare Il Maggio dei libri, con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura, come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. Da allora, ogni anno vengono proposti tre filoni tematici, attorno ai quali si sviluppano diverse iniziative a sostegno dei libri. I tre temi di quest’anno sono: la lettura come libertà, il Patrimonio eurepeo, e la lingua come strumento di identità.

Parlare di libri è un’attività che subisce spesso una serie di pregiudizi: si pensa facilmente che sia un po’ retorica, un po’ noiosa, un po’ di nicchia e spocchiosa. Queste convinzioni sono l’effetto diretto di una popolazione che legge poco, o forse ne sono la causa. Insomma, poco importa cosa venga prima. Ciò che conta sono i dati, che il lessico mediatico definisce “allarmanti” soprattutto nel nostro Paese: sei italiani su dieci non leggono libri. Ecco perché, allora, parlare di libri diventa di fondamentale importanza, ma ancor di più lo diventa farlo bene.

Non tutte le persone che amano leggere sanno spiegare perché. I libri sono un oggetto culturale e ogni discorso che li riguarda richiede necessariamente competenza, doti divulgative (rendere in modo semplice questioni complesse, senza banalizzarle), buone capacità di sviluppare una posizione personale coerente, e soprattutto un’illimitata curiosità. Se vi sembrano parole vuote è perché non vi è mai capitato di farvi un giro sui blog, i canali YouTube e gli account Instagram, di chi parla di libri. Si chiamano Booktubers, fanno parte di una community internazionale che ha riscosso molto successo negli Stati Uniti e in Australia, sono giovani, fanno spesso altri lavori – sempre inerenti al mondo dell’editoria e della comunicazione – e dedicano il loro tempo libero a parlare non solo di libri, ma di tutto lo sfaccettato mondo che li riguarda, aiutando molti di noi a riscoprire una passione che alle volte neanche ci ricordavano più di avere. Per aderire al Maggio dei libri, la cosa migliore da fare è dare spazio a loro, e in particolare ai cinque profili migliori da seguire se avete voglia di ricominciare a leggere, ma non riuscite a trovare la giusta ispirazione.

Può interessarti
Cara TV, Smettila di Dire Alle Donne Come si Dovrebbero Vestire

Francesca Crescentini, La Tegamini

È nata a Piacenza, nel 1985, ha studiato alla Bocconi, lavorato per un periodo a New York, per poi volare a Torino direttamente negli uffici di Einaudi. E poi? Poi ha deciso di mollare tutto, di trasferirsi di nuovo a Milano per amore e per un gatto. Ha un bambino, traduce e ama i libri. Il resto ce lo dice direttamente lei: scrivo delle cose, propago entusiasmi, pettino unicorni e compilo wishlist. Ho un Amore del Cuore, un Minicuore, un gatto gigante e un sacco di libri. Sono brava a ordinare al ristorante. C’è altro? Per forza”. 

Ilenia Zodiaco, Con Amore e Squallore

Catanese di origine, trapiantata a Milano per studiare, Ilenia Zodiaco, nonostante la sua giovane età, è forse la più famosa e longeva Booktuber italiana. Il suo Blog, così come il suo canale YouTube e il suo account Instagram, prende il nome da un racconto di Salinger, e conta ad oggi molti follower. Ironica, sincera, con un punto di vista mai banale e un’ironia dissacrante, Ilenia è diventata famosa anche per la sua rubrica Libri di Melma, in cui recensisce con uno stile unico, discutibili libri young adult. Guarda tante serie tv, ascolta podcast, ama Milano, scrive per Il Libraio, e ha da poco tradotto in Italiano Adultolescence, la raccolta di poesie della Youtuber Gabbie Hanna, su quel momento della vita (in cui tutto ci troviamo) tra adolescenza ed età adulta.

Matteo Fumagalli

Nato e cresciuto in Lombardia, Matteo ha studiato all’Accademia d’arte, specializzandosi in New Media e in regia e sceneggiatura. In un’intervista rilasciata al Libraio, ha raccontato di quando, un po’ per caso, ha scoperto che quasi ogni personaggio famoso ha scritto un libro. Da questa scoperta è nata la pagina Facebook “Libri che ti fanno vergognare di esistere”, e successivamente le recensioni video dei libri trash, che sono al tempo stesso divertenti e istruttive. Nei suoi video Matteo consiglia i libri belli e stronca quelli brutti, parla di musica, cinema, e di costume.

Può interessarti
Leader Girls, misteriose e affascinanti immagini di donne

Julie Demar

Genovese, da poco trapiantata a Milano per concludere gli studi, Giulia è una grafica e anche una YouTuber che parla di moda, lifestyle e libri. Ama molto Kurt Vonnegut e sul suo canale potete trovare consigli libreschi buoni per qualsiasi stagione, budget, momento della vita.

Miss. Fiction

Lei si chiama Tiffany, vive a Bologna, ma è madrelingua inglese. Ha un canale YouTube e soprattutto un account Instagram dove pubblica belle foto di libri (altra cosa non facile da fare, soprattutto se la si vuole fare bene), recensioni, e dove ogni venerdì è il Feminist Friday. Sul suo blog si presenta così: “Io sono Tiffany. Vivo a Bologna, sotto le mentite spoglie di un gatto nero con un sacco di tatuaggi. Questo è il mio blog punk letterario, ovvero dove tutto sarà scritto e pensato in maniera sconclusionata e incoerente ma sempre con un sacco di cuore”.

Source: freedamedia.it

Può interessarti
Come Aiutare Un’Amica In Crisi
Commenti