Il WebBlog di ...

#salottoculturale – tema del mese di Gennaio 2018

#salottoculturale – tema del mese di Gennaio 2018 21 gennaio 2018

Da Coemm

Essere capace di un grande amore significa che lo puoi offrire agli altri, che puoi esserne il veicolo e puoi trasmettere la sua frequenza .

Cambiare il mondo è possibile ma bisogna partire da sè, questo comporta anche un cambiamento di energia. Sintonizzarsi sulla frequenza dell’amore comporta una responsabilità in quanto si ama tutto ciò che i nostri occhi vedono.

Dire di amare e dimostrare l’amore è totalmente differente.

Quando diciamo di essere innamorati siamo in una frequenza che ci eleva tanto da esprimere amore in tutto ciò che accade. Quando non siamo innamorati la nostra vita e le nostre azioni ne riflettono la mancanza.

Quindi essere nella frequenza dell’amore significa dimostrare che la nostra coscienza è nell’amore, significa donare al mondo il nostro valore.

La responsabilità che ognuno di noi ha è di realizzare una volta per tutte, che l’amore non è un costrutto della personalità, nè una cosa particolare da dare a qualcuno di speciale. È l’azione dell’Universo che lavora in noi e per noi.

E se pensiamo che qualcuno non è degno del nostro amore allora decidiamo di essere con quel qualcuno nello stesso isolamento dove lo abbiamo confinato, perché attraverso il giudizio e la paura rimaniamo attaccati proprio alla cosa che desideriamo non sia un’espressione di noi.

cuore

Dobbiamo capire che nulla è al di fuori dell’amore dell’Universo. Niente di ciò che immaginiamo, niente di ciò che abbiamo sopportato, niente di ciò che crediamo sia male può essere al di fuori dell’amore universale. Perché l’Assoluto si esprime in modi diversi. Nella nostra società ci sono molte cose che decisamente pensiamo non possano appartenere all’amore universale tra tutte l’atteggiamento di rabbia, di frustrazione, di odio, e se viviamo nella frequenza dell’amore le teniamo lontane da noi. Questo è ciò che fa restare molti ai lati della strada intanto che sfila il corteo.

Può interessarti
#salottoculturale - tema del mese di Febbraio 2018

E se ne stanno seduti in una sorta di autocompiacimento pensando di avere ragione a mantenere le loro posizioni, mentre gli altri se non condividono possono andare per la propria strada.

Ma dove andranno gli altri è certamente un luogo più elevato. Allora siamo invitati ad unirci tutti, ma non prima di aver compreso che l’amore non è esclusivo, non è per chi è speciale, nè per coloro i quali scegliamo di innamorarci.

Dobbiamo innamorarci non nel senso romantico ma nel senso vero. Perché noi siamo espressione dell’amore. Siamo un canale dell’amore universale. L’amore fluisce attraverso di noi e si esprime verso tutto ciò che vediamo.

cuore

Essere nell’amore significa non condannare una persona facendo l’arrogante, non se ne ha alcun diritto, non ci si può ritenere in nessun modo superiore a qualcun altro, e se lo facciamo ci allontaniamo dall’essere espressione d’amore.

Il giorno in cui non agiremo più partendo da una vecchia paura, il giorno in cui realizzeremo che il nostro prossimo è amore e non il nostro nemico, il giorno in cui decideremo che la sola cosa che ci intralcia la strada è l’illusione della separazione, creeremo un nuovo modo di essere noi stessi con amore.

Quando crederemo che tutto ha il diritto di essere amato, dalla creatura più infima a quella più elevata, dall’imbecille al saggio, dal giovane al vecchio, allora offriamo a noi stessi la possibilità di fare un passo avanti nel senso dell’evoluzione.

La dimostrazione di noi come amore non è una sfida. È un modo di stare al mondo molto più facile di ciò che possiamo immaginare. Ma ci manca la pratica e la fede. Ci manca la fiducia di sapere che saremo al sicuro se siamo persone che amano.

Può interessarti
Conferenza a Cervia “New Humanism Tour 2.0“

Amare è non chiedere nulla in cambio da nessuno, perché l’amore ripaga se stesso.

M.L.

Commenti