Il WebBlog di ...

#salottoculturale – tema del mese di Febbraio 2018

10 febbraio 2018

LIBERO ARBITRIO…

(A cura di Maura Luperto)

Noi decidiamo il nostro destino ad ogni alba di un nuovo giorno. Decidere cosa riusciamo a gestire, quali sono le cose che è nostro compito svolgere ci da la direzione verso cui orientarci per richiamare quelle esperienze positive di cui abbiamo bisogno.
L’unica cosa di cui non siamo mai responsabili è la volontà altrui. Spesso si ha paura delle responsabilità, paura di non saperle sostenere e gestire, in realtà tutto è possibile, è solo una questione di scelte. Non esiste una strada facile che sia al di fuori di noi, siamo sempre responsabili di ciò che scegliamo.
E dire: ” Non ho abbastanza potere per cambiare il mondo, non ho la sufficiente autorità per fare la differenza “, è una bugia che diciamo a noi stessi, una vera e propria beffa. Ogni volta che l’umanità fa un salto di consapevolezza, c’è una resistenza che è data dal bagaglio di zavorre derivate dal passato. Elevarsi ad un più alto livello di coscienza significa guardare da un punto di vista più elevato. Cosa si vede da questa prospettiva? Si vede un panorama non offuscato dalle nebbie della paura ma splendente di “conoscenza “.
Ciò che si vede non si giudica perché è una visuale che non permette giudizi che sono stati lasciati a livelli più bassi. Che spreco sarebbe viaggiare alla scoperta di nuovi posti dove si assaporano cibi diversi e dire:” Voglio una pizza perché è il cibo che conosco”, non prendendo in considerazione le nuove possibilità e tornare quindi indietro nel posto dove si mangia solo pizza. Non intendo dire che dobbiamo eliminare tutto il nostro vecchio mondo, ma solo cambiare il modo di percepirlo, cambiare il nostro punto di vista e la nostra capacità di comprendere.
La consapevolezza di essere valore dà la possibilità di vedere anche il valore degli altri, pertanto diventa fondamentale decidere per se stessi, perché se non lo facciamo stiamo dando il potere ad altri di decidere per noi.
Quando invece siamo noi a scegliere acquistiamo potere. Il potere della conoscenza. Immaginiamo di essere in un mercato dove ci sono centinaia di persone, tutti che cercano la loro occasione, che cercano come fare per avere ciò di cui hanno bisogno. Poi immaginiamo che ogni persona agisca secondo il proprio livello di consapevolezza: c’è chi cerca di accaparrarsi le cose agendo nella frequenza della mancanza, chi spintona per essere primo è nella frequenza della paura. C’è chi ha paura di prendere ciò che vuole perché non si sente degno e non ha autostima. Poi immaginiamo che noi possiamo cambiare le nostre vibrazioni sintonizzandole sulle frequenze dell’amore e che riusciamo a diffonderle dappertutto. Quelle frequenze mettono in vibrazione quelle parti di ognuno di noi che si riconoscono, e allora ognuno inizierà ad entrare in risonanza.
Chi spintona si fermerà, chi ha paura di chiedere ciò che vuole darà a sé stesso ciò di cui ha bisogno. Ciò di cui tutti abbiamo bisogno è solo l’intenzione e la disponibilità a lasciarsi alle spalle le zavorre delle paure e della necessità. Potrebbe essere diverso trovarsi su un nuovo livello e percepire che il Mondo Migliore è a portata di mano. Basta decidere di renderlo possibile. Dipende solo da noi.
SANITA’ E SALUTE …

Prevenzione prima di tutto e, poi, gratuità!

(A cura di Maurizio Sarlo)

La Sanità migliore dello Stato, che il Progetto COEMM vuole proporre ai Soggetti deputati, affinché abbiano a produrre riforme Legislative vincenti, é offerta in modo gratuito e dovrebbe rivedere tutti i protocolli sanitari esistenti, eliminando qualsiasi forzatura che provenga da lobby, più o meno deleterie.
Soprattutto, uno Stato etico dovrebbe lasciare il Cittadino nella libera scelta di decidere, ciò che egli voglia fare con un farmaco, una cura, un medico.
Innanzitutto, lo Stato che vorremmo, dovrebbe attuare una politica Sanitaria preventiva, utilizzando, quindi certificando e omologando le migliori tecnologie di indagine esistente. Il meno invasive possibili. La salute deve diventare una condizione generale primaria per tutti. Oggi, si deve e si può! La medicina olistica, naturale, complementare, quantistica, che si prendono cura, non solo del corpo ma anche e spesso, soprattutto della mente e dello spirito di coloro che si sono ammalati, dovrebbe diventare la base di vita di una comunità evoluta.
Nell’arco di 10 anni, anche grazie a mezzi e strumenti sempre più veloci e tecnologici, si deve giungere ad educare una Popolazione alla prevenzione, prima ancora di intervenire sulle cure classiche. Ogni singola persona dovrebbe potersi curare in tutti i modi possibili e ad essa congeniale e necessaria alla completa guarigione; nonché dei propri familiari e, tutto, dovrebbe avvenire in modo totalmente gratuito, trattandosi, la Salute, di un bene strategico per tutto lo Stato.
Ricordiamoci: “un popolo sano, dipende principalmente da una condizione di serenità in cui lo Stato pone i Singoli (ovvero, attraverso le regole che la Collettività si garantisce, democraticamente).
A quanti vi (e ci) chiedono come sia possibile fare economicamente quanto sopra, spieghiamo che il tutto è possibile: seguendo il programma del Progetto COEMM, ovvero, invertendo il paradigma sul quale le Comunità si reggono; un paradigma che, da emissione a debito, per infrastrutture e servizi strategici, deve diventare a credito! Usando teorie economiche non speculative e sovranità monetaria; partendo dalla “Stato-Moneta”: una moneta elettronica endogena, che serve a promuovere socialità diffusa e promozione del mercato interno ( e qualitativo nei sevizi/prodotti).
Tutto questo è un sogno perfettamente possibile. Per realizzarlo, serve solo passar parola e pungolare i Delegati dei Partiti a provarci. Grazie all’energia dell’Universo, Noi, COEMM e CLEMM, da qualche settimana, abbiamo un Partito che pungolerà sempre più tutti gli altri. Abbiamo in campo il PVU! Partito Valore Umano! In soli 5 giorni, pur con qualche “polpetta avvelenata”, proveniente da qualche elemento infiltratosi nei CLEMM, e con qualche sciocca indifferenza di qualche altro in attesa della “Manna”, il PVU ha raccolto le firme, per la presentazione delle Liste nella stragrande maggioranza dei Collegi d’Italia (oltre il 97%). È stata un’azione che pareva incredibile, nonché di grande VALORE. Anche grazie all’apporto di Persone straordinarie che si sono attivate nei vari CLEMM d’Italia.
Forza Amiche ed Amici, non abbiamo bacchette magiche, ma già da circa un anno, vi abbiamo iniziato a dimostrare quanto sia possibile che accadano i MIRACOLI (dal “combustore” alla Fondazione CEIDA; dalla tecnica di Espansione Sensoriale per poter vedere bendati, a quella della Lettura 3D, che permette di imparare un libro di 200 pagine in meno di una oretta e di poter promuovere per sempre; dalla cioccolata che possono utilizzare anche i diabetici ad una agricoltura naturale. Etc). A tutta salute: da domani, tifiamo e facciamo votare per il PVU! PVU: pensaci tu!
Può interessarti
#salottoculturale - tema del mese di Ottobre 2018

Commenti