Il WebBlog di ...

Slime fai da te: un gioco tossico e cancerogeno per i bambini. La ricetta naturale

Slime fai da te: un gioco tossico e cancerogeno per i bambini. La ricetta naturale
8 maggio 2018

 

slime fai da te pericolso

Tramite Le Figaro, l’Anses ha avvisato che dietro questo gioco tanto colorato e fluorescente, si possono nascondere sostanze pericolose che provocano allergie, problemi alle vie respiratorie e al sistema nervoso, ma anche danni alla fertilità e allo sviluppo fetale. Soprattutto considerando che lo slime fai da te viene maneggiato per lungo tempo dai nostri figli.

I rischi dello slime fai da te

Lo slime è una pasta gelatinosa, simile al pongo, di cui si è diffusa tanto la ricetta semplice da realizzare in casa. A ideare la versione fai da te è stata la 23enne americana Karina Garcia, diventata la “Slime Queen”. Tuttavia, molti degli ingredienti utilizzati non sono affatto adatti ai bambini, senza contare che persino il loro miscelamento può essere pericoloso.

Secondo quanto riportato da Le Figaro, l’ingrediente base per la produzione in casa dello slime è la colla di carta liquida, spesso venduta in grandi flaconi. Tuttavia, queste tipologie di colle contengono conservanti, in particolare modo formaldeide, cancerogena, o isotiazolinone, sostanze dermiche altamente allergeniche, ma anche molti solventi (etanolo, acetato di etile, acetato di metile) responsabili dell’irritazione delle vie respiratorie.

Spiega l’ANSES che per rendere l’impasto più morbido, si aggiunge una sostanza, il più delle volte acido borico sotto forma di polvere o prodotti come liquidi per lenti a contatti e detergenti. La manipolazione regolare da parte dei bambini dell’acido borico e dei suoi derivati può essere pericolosa secondo l’Agenzia, che sottolinea in particolare i rischi di “questi composti tossici per la fertilità e lo sviluppo embrio-fetale”.

slime2

Lo studio francese sugli slime

Altrettanto rischiosi sono i kit disponibili in commercio per la realizzazione in casa dello slime. Secondo l’analisi, su 15 campioni prelevati, 2 kit si sono dimostrati troppo pericolosi per essere maneggiati da bambini perché contenevano un contenuto di boro al di sopra del limite autorizzato e sono già stati ritirati dal mercato.

“L’acido borico e i suoi derivati, indipendentemente dai prodotti che li contengono, non devono essere maneggiati ripetutamente dai bambini. Infatti, questi composti tossici per la fertilità e sviluppo embrio-fetale non devono essere utilizzati al di fuori degli usi per cui sono commercializzati, e soprattutto perché le quantità utilizzate nella fabbricazione di Slime sono superiori agli usi raccomandati. La manipolazione dei detergenti, dei prodotti per la pulizia ripetuta e in modo prolungato può anche causare gravi dermatiti da contatto perché questi prodotti contengono conservanti allergizzanti o irritanti. Non sono destinati a rimanere in contatto prolungato, intenso e ripetuto con la pelle” fa sapere l’Anses.

Inoltre, l’uso di grandi quantità di colle e solventi espone i bambini a irritazione degli occhi, delle vie respiratorie, senza contare la loro tossicità per il sistema nervoso centrale. Infine, i coloranti utilizzati per la fabbricazione dello slime in casa non sono tutti di natura alimentare o destinati a stare a lungo a contatto con la pelle.

Può interessarti
Le misteriose Linee di Sajama, il sito archeologico più grande delle Ande

I casi di intossicazione

Prima ancora che lo studio francese mettesse in guardia sullo slime fai da te, erano già stati registrati casi di intossicazione, anche in Italia. Lo scorso anno una bambina di 9 anni morì in seguito a un doppio arresto cardiaco. Nel sangue e nelle urine, erano stati trovati valori alti di un metabolita che può derivare dal metanolo o da altre sostanze tossiche. Da lì partirono le indagini della Procura di Roma per verificare se ci fosse un collegamento con l’utilizzo dello slime.

Sono invece frequenti e accertati gli episodi di intossicazione da boro, legati all’ingestione di uno composto in polvere, utilizzato per la preparazione degli slime faidate. Insomma, lo slime non va affatto preparato con queste sostanze e va tenuto assolutamente lontanto dai bambini.

Esistono molte altre alternative divertenti e non pericolose, dalla pasta di sale al dido fatto in casa, da realizzare anche insieme ai più piccoli utilizzando ingredienti naturali e sicuri, senza mettere a rischio la loro salute e, nei casi più gravi, anche la vita.

Come preparare lo slime faidate solo con ingredienti naturali

E’ assolutamente possibile realizzare lo slime evitando l’utilizzo di tutte le componenti tossiche e cancerogene. Basta cercare in dispensa per trovare tutto quello che occorre. Essendo necessaria la cottura, è bene evitare che i bambini lo preparino da soli. Possiamo realizzarlo insieme. Basta mischiare in un pentolino 200 ml di acqua,100 gr di fecola di patate e 1 cucchiaio di olio di semi. Cuocere a fuoco lento fino a quanto il composto non sarà diventato più solito. Prima di giocare occorre farlo raffreddare. Per colorarlo, si possono utilizzare i coloranti naturali.

Può interessarti
I migliori alimenti per la salute del cervello

E’ inoltre possibile realizzarlo utilizzando 200 ml di acqua, 100 gr di semolino, 100 gr di amido di mais e 2 cucchiaini di olio di semi.
In questo caso, basta versare nel pentolino l’acqua e il semolino mescolando il tutto. Si aggiunge poi la maizena e si lascia cuocere a fuoco lento, mescolando con una frusta. Lo slime è pronto quando il composto non si attacca più alle pareti. A quel punto si aggiungono i 2 cucchiaini di olio di semi e si mescola. A questo punto, se si vuole, si può aggiungere il colorante.

Source: greenme.it

Commenti