Il WebBlog di ...

Viviamo nel “mare magnum” di lobby varie e qualcuna sicuramente perversa

26 luglio 2019

Viviamo nel “mare magnum” di lobby varie e qualcuna sicuramente perversa

( Dal libretto di MauS ✌️)


Viviamo nel “mare magnum” di lobby varie e qualcuna sicuramente perversa.
In tale ottica, come intendono reagire “Genitori e Figli” di questa amata Italia?

Noi di COEMM e PVU stiamo contribuendo ad indicare una “VIA” etica, altruistica e decisamente creativamente possibile, al fine di un vero e proprio cambio di paradigma economico-sociale e finanziario.

Attendiamo di conoscere altre Vie. Ma che siano percorribili e non il solito ipocrita e disastroso “politichese”!

Mercoledì 24/07/19 abbiamo promossa una conferenza tramite la piattaforma web denominata ZOMM.

A tale ZOOM erano preenti i Referenti Regionali e Provinciali dei CLEMM e i DCR del PVU.

Il sottoscritto è andato a ribadire alcuni concetti base, a partire da quelli promossi alla ultima Conferenza di Taranto.

Sulla questione Partner esterni al COEMM e al Consorzio Fidi MCS, si è ribadito quanto sostenuto anche dall’Avvocato Delegato dai Partner: egli è salito sul palco della conferenza di Taranto e ha detto di aver potuto prendere visione della autenticità della Persona e dei 10 titoli di “immenso valore” già attribuiti in numero di 5 al Progetto COEMM ed altri 5 sono stati assegnati ai progetti della Fondazione CEIDA (di cui Maurizio SARLO è uno dei due Fondatori).

Chi ora possiede i suddetti titoli, già divenuti fondi pronti ad essere disponibili, attende che possano essere erogati ad un credibile Soggetto Persona Giuridica (Istituto Credibile al sistema Bancario Nazionale e Internazionale).

Visti gli attacchi a COEMM e CLEMM questa è l’unica via possibile per non far fallire il Progetto COEMM ed il suo MCS!

A Taranto è stata lanciata ufficialmente l’idea che i CLEMM, e chiunque altro di diverso dal COEMM, abbiano a fondare un Consorzio Fidi atto alla erogazione del Micro Credito Sociale, e non solo.
Un Consorzio Fidi che, a tutti gli effetti, diventi quindi credibile a tutte le Istituzioni deputate con le quali tale Istituto dovrà e potrà rapportarsi.

Già dal dopo Taranto, avvocati, commercialisti, tributaristi e imprenditori, credibili al sistema finanziario, stanno studiando statuto e regolamento per dare vita ad un “Soggetto” che proteggerà il MCS e, altresì, attuerà altre iniziative di credito verso piccole imprese e artigiani, nonché verso il credito al consumo (ovvero per poter comprare lavatrici, frigoriferi, cambiare auto, Etc).

Si badi bene, un preciso verbale di assemblea COEMM indica all’eventuale costituente Consorzio Fidi che, tale Consorzio Fidi, avrà garantita la restituzione delle 1.500 mese concesse agli Aderenti ai CLEMM che dimostrano oggettivamente di poter restituire VALORE (umano e culturale).

Infatti, i Partner esterni al COEMM, garantiscono fin d’ora che i fondi accantonati potranno essere disponibili in abbondanza e per molto tempo.

La restituzione mensile di tali 1.500 euro dovrà quindi essere solamente il “valore culturale e morale” oggettivamente ben individuabile da tutti, prima di accedere a qualsiasi formula contrattuale.

Ogni euro ricevuto dovrà essere restituito mediante UN Credito Formativo: 1 Credito Formativo varrà 1 euro. Nel regolamento ad uopo predisposto si leggerani le modalità affinché i Crediti Formativi diventino il valore da sempre richiesto per diventare esempio pilota credibile. Esempio: si
ottengono tot Crediti per fare il salotto mensile; tot Crediti per partecipare a Conferenze COEMM e CLEMM; tot Crediti per partecipare a corsi della Scuola di Formazione; tot Crediti per fare quello che ciascuno di noi può fare per qualcun’altro, anche per un giorno alla settimana o al mese, fosse anche per fare compagnia ad un anziano, oppure occuparsi dei bambini di qualche amico, oppure suonare o danzare per qualche gruppo. Etc Etc.

Finalmente tutto inizia a delinearsi bene, ma solamente per coloro che intendono diventare “Plinti e Colonne” di un valoriale progetto di esempio pilota. Come richiesto fin dal primo “Salotto Solidale CLEMM”. Un’azione vincente di quel progetto di ingegneria economico-sociale e finanziario, che il COEMM ha descritto fin dalla prima ora e che tutti sogniamo di far avverare prima possibile.

Non era e non è per niente facile, ma l’importante è che sia possibile!

Capiamolo, se si vuole giungere alla meta Maurizio SARLO non può rimanere un “Uomo solo” e attaccato mediaticamente e giornalmente, come fatto fino ad oggi.

È giunta l’ora che, chi ha dubbi su quanto fatto evidenziare fino ad oggi dal COEMM, si accomodi dove vuole e sbraiti quanto vuole. Ma fuori dalle chatt che appartengono al CIemm.

Poi, magari, questi qualcuno ci facciano sapere, con evidenza di particolari, a chi stanno affidando la propria vita, dei propri figli e di tutto il resto degli Italiani.

Chi vuole contribuire al Mondo Migliore deve farsi avanti, nel modo corretto. Al PVU basta che lo faccia UNA Persona per ogni via Italiana. Il resto sarà conseguente e perfettamente democratico.

Una volta realizzato quanto sopra, l’esempio concreto farà poi il resto.

Allo zoom di mercoledì è, infatti, anche stata fatta luce sulle prossime mosse che sta portando avanti il nuovo PVU: un Partito già credibile agli “occhi Istituzionali e Costituzionali” perché si è preeentato con successo alle Elezioni di Marzo 2018.

È il Partito che può portare il Programma COEMM a diventare realtà: non in forma di Progetto privato (come lo sono il COEMM, i CLEMM o il Consorzio Fidi), ma in qualità di programma pubblico, ovvero dello Stato.

Dallo zoom di mercoledì  sera, i Referenti Regionali e Provinciali appartenenti ai cari CLEMM ci fanno sapere che s’iniziano a intravedere reali gli obiettivi che si è dato il Segretario Nazionale PVU per poter avere UN Attivista in ciascuna delle VIE d’Italia.

Il PVU è un Partito che vuole il “Paradiso in Terra”, e non l’inferno che viviamo oggi ovunque, con costi sempre più alti per tutto e tutti.

Il PVU vuole il diritto di dignità per ogni maggiorenne; strade gratis ed asfaltate ogni tre mesi; treni e aerei “ di bandiera” gratis; scuole gratis e che non boccino nessuno fino al diploma di scuola superiore; sanità gratuita e promossa per prevenire più che per curare; agricoltura biologica e naturale; orario lavorativo a 4 ore per turno a parità di stipendio, Etc Etc.

Il PVU ci spiega che, tali valori, si possono ottenere da “domani mattina”, se il “politichese” di chi sta al Governo si tramutasse in attuazione del programma che prevede emissione a credito di una carta-moneta parallela a quella ufficiale; emessa a credito per infrastrutture e servizi strategici dello Stato, creando Leggi di equilibrio per le riforme promosse.
Pensiero che nessun economista e nessun altro politico ha il coraggio di spiegare compiutamente,
come invece lo ha spiegato il programma COEMM (ora anche PVU).

Il PVU è, altresì, un Partito che non vuole raccogliere i soldi per la sua politica, mediante “sconti di carburanti” di questo o quel Paese (che poi però aumentano di continuo il costo alla distribuzione), o di lobby varie, ma va a chiedere modesti contributi come prescrive la Legge Italiana; modesti contributi da chiedere agli Italiani che vogliano far diventare questa Nazione il “Bel Paese” per tutti i suoi Anitanti (e non solo per i pochi ricchi che se lo possono godere).

Questa modalità è promossa dal basso per fare in modo da non essere ricattabile da nessuno e poter portare avanti il proprio programma fino alla vittoria, per tutti gli Italiani.

Il PVU, anche con l’aiuto di quello che, di esterno, farà il Consorzio Fidi del MCS, vuole arrivare a far conoscere il suo programma innovativo e possibilissimo alle Italiane e agli Italiani migliori e, anche tramite questi, alle associazioni di categoria presenti in tutta Italia.

Insomma, chiunque dovrebbe essere davvero fiero di seguire il Programma COEMM e PVU.

L’Italia ha bisogno di eccellenze. Nei CLEMM di eccellenze io ne vedo molte anche se, la maggioranza dei suoi partecipanti, non lo ha ancora compreso appieno.

Ma la realtà drammatica e l’inferno che si vivono sul lavoro e sull’aumento di malattie e costi, devono far evolvere i migliori. Ciò che si sente e si vede nel filmato in allegato deve far riflettere…

Gli Istituzionali Consorzio Fidi MCS e il PVU lo faranno comprendere bene a tutti.

Io ci credo. Sempre di più.
Ed ora, c’è anche il PVU!


Oggi, si deve e si può!
E lo dimostreremo sempre più!
PVU, pensaci tu!

Maurizio Sarlo
Fondatore COEMM

Segretario Politico del PVU


Da oggi il Post è anche in formato radio : ASCOLTA I PODCAST


Partito Valore Umano

Scopri I servizi Master Blog

Commenti