Il WebBlog di ...

Agrilevante, Bari: arrivano i detective della Biodiversità

Agrilevante, Bari: arrivano i detective della Biodiversità 12 ottobre 2017

Dissesto idrogeologico Agrilevante Bari – Sala MIA
13 ottobre dalle ore 16:oo e sul profilo di Fb di
Biodiversity.Bio

E’ questo il tema che il progetto Biodiversity.Bio vuole affrontare  durante la diretta streaming ad Agrilevante Bari, prevista per il 13 ottobre.
 Simuliamo insieme un caso per approfondire cause ed effetti e prepariamoci ai Convegni organizzati dallo Studio Tecnico EuD Engineering 
“Sala MIA – Multifunzioalità in Agricoltura” MIA – Regione Puglia – FederUnacoma – Fondazione BioHabitat – Studio Tecnico EuD Engineering
Cosa significa parlare di dissesto idrogeologico?
Simuliamo insieme un caso per approfondire cause ed effetti Sono questi gli spinosi casi che ci appassionano, i “cold case” per i quali abbiamo ingaggiato speciali detective, pronti a indagare a tutto campo e a scoprire chi trama contro la biodiversità e quali sono i mezzi migliori per salvaguardarla.
Il treno di Biodiversity.Bio, progetto promosso da Fondazione BioHabitat, si muove attraverso i principali eventi di settore e percorrendo l’Italia, da Nord a Sud, fa tappa a Bari per concludere la prima stagione del 2017 con la manifestazione internazionale Agrilevante 2017
JOIN US !!, segui le notizie in diretta dallo studio del Prof.T, il detective di www.Biodiversitywar.it <http://www.Biodiversitywar.it>
Il viaggio intrapreso in tema di contenuti 15 anni fa da Gianluca Cristoni, oggi Presidente della Fondazione BioHabitat – MIA , è al centro del piano di comunicazione di Biodiversity.Bio, che nei suoi primi mesi di vita ha affrontato temi come il Biologico, Biologico certificato, Sostenibilità ambientale, prodotti ecosostenibili e ora affronta dopo una prima tappa a Foggia, il tema del dissesto idrogeologico, simulando un evento e affrontandone cause ed effetti. Questi i temi della diretta:
Le risorse economiche messe a disposizione dal governo centrale, la situazione geologica del paese, il cambiamento climatico, le tracce storiche, i dati ISPRA, lo stress ambientale, la Protezione civile, erosione costiera, il cuneo salino, la desertificazione;
partiremo da una radiografia della situazione inquadrando:
Il Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico 2016-2023 mette a disposizione circa 9,9 miliardi;
Apertura di 1337 cantieri finanziati ma bloccati dal 2000 al 2014;
Il piano per le aree metropolitane (popolazione a rischio) con investimenti in cantiere per 654 milioni di euro;
Spesa sostenuta dal governo 2016, fino al terzo trimestre 2017, 1 miliardo e 114 milioni;
La situazione del nostro paese presenta: terreni argillosi e sabbiosi e/o malamente ancorati alla roccia dura e stabile che ci rende uno dei Paesi con più frane al mondo con numeri che sfiorano i 528 mila eventi su un totale di 700 mila in tutte la Ue;
La situazione climatica e il cambiamento del regime delle precipitazioni che non è più imprevedibile, quando si calcola che 80-100 mm di pioggia in un giorno provocano emergenza e si accostano a quelle che chiamiamo “bombe d’acqua”;
Deteniamo il record europeo nel soil sealing, impermeabilizzazione delle superfici naturali ( 2001-2011 +8,8% – soglia europea 4,3%);
Nel 42% dei centri abitati non viene svolta regolarmente la manutenzione dei fossi e corsi d’acqua;
Non da ultimo, siamo tra i primi paese al mondo per risarcimenti e riparazioni di danni, si contano dal 1950 a oggi 5.459 vittime di cui oltre 4.000 per frane o alluvioni.
I numeri in italia (dati #italiasicura– 14/09/2017)
Durante la diretta streaming verrà simulato un evento di dissesto idrogeologico che affronta i temi in scaletta, mettendo in prima linea anche le soluzioni in campo di “Multifunzionalità in Agricoltura”, un caso aperto che i nostri detective della biodiversità affrontano partendo dalla storia, con un taglio giornalistico e di approfondimento, ma senza dare soluzioni che di fatto verranno affrontate nei convegni previsti dallo Studio Tecnico EuD Engineering – Fondazione BioHabitat – Regione Puglia – FederUnacoma:
Data 12.10.2017 – Ora 17.30 Gestione del Verde a destinazione non agricola con metodo biologico
Data 13.10.2017 Ora 10.30 L’impresa agro-industriale in Italia: profili di rischio per i reati ambientali
Data 14.10.2017 Ora 10.00 il dissesto idrogeologico – politiche di difesa del suolo per la regione puglia e strategie di intervento
Data 15.10.2017 Ora 11.30 La filiera e la multifunzionalità dell’agroalimentare
L’obiettivo è avvicinare il pubblico ai temi come la sostenibilità ambientale, con il coinvolgimento diretto anche dei referenti di settore. Grati per l’attenzione, la presente si ritiene un invito all’evento.
Biodiversity.Bio è un progetto nato nel 2017 e promosso dalla Fondazione BioHabitat, che ha per obiettivo promuovere e sostenere progetti e idee che nascono sul territorio italiano e internazionale a favore della Biodiversità e del Biologico. Un team di professionisti del marketing e della comunicazione si è attivato realizzando un percorso dalla Sicilia alle Alpi, passando attraverso le più importanti fiere ed eventi di settore. La rete di contenuti viene divulgata attraverso il #trenodellabiodiversità o percorso fisico di eventi, il magazine online che grazie a MasterBlog e Digitrend può contare su un bacino da 1 a 4 milioni di contatti, e sulle finestre in diretta streaming sia dallo studio e sede di EasyAcademy di Bologna, che dalle Fiere, per gli approfondimenti e tematiche di waiting for con Aziende e Istituzioni del territorio. Un’idea che vuole puntare sul web e i social e che nel solo mese di settembre ha raggiunto 400 mila visualizzazioni in diretta sui profili di FB e circa 15 mila contatti in diretta su Twiter. Nel progetto sono partners anche media nazionali come il circuito 7Gold. E’ in corso di produzione una web serie con taglio cinematografico e l’edizione di un libro dedicato al diario di viaggio del progetto nel suo primo anno di vita con interventi e citazioni di testimonial nazionali e internazionali del settore. Il progetto ha ottenuto il patrocinio del Green Building Council Italia.

 

Può interessarti
Come utilizzare le bucce di arancia

 

Source: biodiversitywar.it

Commenti