Il WebBlog di ...

E Voi, Che Rapporto Avete Con il Trucco?

E Voi, Che Rapporto Avete Con il Trucco?
23 giugno 2018

Come spesso accade, i primi ricordi che ho del trucco sono legati a due donne della mia famiglia: mia madre e mia nonna. Nessuna delle due si è mai truccata troppo, anzi, ma entrambe hanno sempre avuto l’abitudine di mettersi qualcosa addosso prima di uscire di casa. Per mia nonna era il rossetto, sempre della stessa tonalità, e per mia madre era la matita nera. Complice il fatto che non li potevo utilizzare perché ero troppo piccola, per me rossetto e matita sono diventati da subito due oggetti magici, in grado di proteggere ed esaltare al tempo stesso.

Ho da poco compiuto trent’anni, e sono diventata una donna che non si trucca molto, un po’ perché non ne sono capace, un po’ perché non ho la dote principale della vita adulta: la pazienza. Uso la matita nera, di inverno un po’ di fard, e, quando proprio voglio sentirmi bene, il rossetto. Ho provato a impegnarmi, a comprare più cose, a farmi spiegare dalle amiche come usare un determinato ombretto, ma è stato un fallimento totale: storie di mascara seccati, pennelli per le labbra usati sulle guance, matite rotte, rossetti persi. Insomma, con il tempo ho dovuto accettare che quello del make-up non è il mio mondo, eppure continua ad affascinarmi moltissimo: mi piace guardare le persone che sanno truccarsi, l’attenzione e la cura che implicano i gesti di chi sa usare i pennelli, la storia che sta dietro a ogni colore, sfumatura, linea che possiamo tirare sul nostro volto. Il diverso significato che il make-up ha per ogni donna che lo usa.

Soprattutto negli ultimi anni, l’abbattimento dei canoni tradizionali di bellezza, lo sdoganamento di una certa libertà di apparire, e i numerosi tutorial di YouTube, che hanno reso accessibile il trucco a tante giovani donne, hanno aperto a nuove frontiere del make-up e del modo in cui ognuna di noi lo vive.

Può interessarti
Cara Freeda, La Vitiligine Non ha Niente di Imbarazzante

Serena, 28 anni

Io con il trucco ho un bellissimo rapporto: ho molti trucchi, mi piace comprarli, mi piace usarli, e soprattutto non lo vivo come un’imposizione. Ho iniziato a comprare make-up intorno ai 12-13 anni: prima le matite nere per il contorno occhi, poi il lucida labbra, e poi, piano piano, ho costruito il mio arsenale. Ho imparato gradualmente – dopo un bel po’ di disastri, perché non sapevo come sfumare gli ombretti o a cosa servissero certi prodotti – grazie ai tutorial di YouTube. Ora ho di tutto: palette di ombretti, creme, rossetti, e tantissimi pennelli. Mi piace averli e mi piace prendermene cura e tenerli sempre in ordine.
Mi trucco ogni mattina, in modo basico: crema idratante, fondo tinta, cipria fissante, rimmel e lucida labbra; se mi voglio sentire un po’ diversa d’estate metto anche il rossetto, e di inverno l’ombretto – che non uso d’estate perché con il caldo mi cola. Ma ovviamente nel mio arsenale ci sono anche le cose più improbabili, tipo la cipria bianca, quella che praticamente si usa solo due volte nella vita: sul red carpet o quando ti sposi.
Quando posso mi prendo una giornata per andare in giro per store e scegliere nuovi prodotti, e in genere mi prendo sempre una decina di minuti al giorno per truccarmi; se invece ho un’occasione importante o semplicemente ho voglia di farlo, ci impiego anche un’ora e mezza a truccarmi: mi piace, perché per me è un gioco e al tempo stesso un modo per prendermi cura di me.

Lavinia, 31 anni

Amo tantissimo truccarmi, e vorrei solo avere più tempo per farlo. Diciamo che con il make-up ho lo stesso rapporto che ho con la cucina: mi piace dedicarci del tempo, farlo bene, ma non sempre ne ho la possibilità. Spendo abbastanza in cosmetici, soprattutto nell’ultimo periodo. Quest’anno, poi, ho iniziato a guardarmi tantissimi tutorial di YouTube, per capire come ottimizzare al meglio le mie conoscenze, e soprattutto a comprarmi dei pennelli: è stata una svolta.

Può interessarti
Essere Susan Sarandon

Chiara, 29 anni

Mi trucco tutti i giorni, praticamente sempre. Sono convinta di essere un po’ incapace, in realtà: il poco che faccio lo faccio male, secondo me. Ho un make-up base: uso sempre lo stesso make-up, compro sempre gli stessi prodotti; le uniche cose che cambio sono il mascara e il rossetto – anche se il rossetto non lo metto sempre: lo uso quando proprio voglio darmi una botta di colore. Io di base non mi trucco per sentirmi bella, per essere guardata dagli altri in un certo modo, ma lo faccio per sentirmi bene e a mio agio.

Beatrice, 24 anni

C’è stato un periodo in cui, un paio di anni fa, ho deciso di smettere di truccarmi, per dimostrare a tutti che non avevo bisogno di apparire, che volevo essere me stessa, senza coprirmi con quelle che pensavo fossero solo delle maschere che nascondevano insicurezze. Insomma, mi sono convinta che eliminare il trucco dalla mia vita mi avrebbe aiutato a sentirmi me stessa, ma mi sbagliavo: io sono fatta anche della mia passione per i colori e i pennelli. Per me il trucco è un’arte, una passione che determina chi sono nello stesso modo in cui il mio carattere è determinato dal modo in cui mi vesto o dal cibo che mi piace mangiare. Insomma, ad oggi sono a mio agio anche se non mi trucco, ma se ne ho la possibilità preferisco farlo perché stimola la mia fantasia. Certo, se riuscissi a trovare un prodotto comodo e più versatile di quelli che ho nel mio beauty sarei la persona più felice del mondo.

Può interessarti
Consigli Per Lo Studio

Per tutte le ragazze che amano il trucco, che lo vivono come un gioco o un’espressione artistica, che vorrebbero avere più tempo da dedicare al make-up, o un trucco che richieda meno tempo, MAKE UP FOREVER ha pensato alla soluzione perfetta: Artist Color Pencil, “la matita con cui puoi fare tutto”. Una matita multiuso, disponibile in tantissimi colori e utilizzabile su occhi, sopracciglia, labbra e ovunque vi  spinga la creatività. Venite a provarla, e a scoprire tutti i modi per utilizzarla insieme a Greta Agazzi e al global make up artist di Make Up Forever, nello store Sephora di Corso Vittorio Emanuele a Milano, il prossimo 26 giugno, alle 18.30.

Source: freedamedia.it

Commenti