Il WebBlog di ...

Per Tim Cook il calo vendite iPhone non è dato solo da fattori negativi

Per Tim Cook il calo vendite iPhone non è dato solo da fattori negativi
31 gennaio 2019

Saranno i prezzi, la valuta, la Cina e il mercato globale, ma per Tim Cook il calo vendite iPhone non è dato solo da fattori negativi, anzi: il Ceo di Cupertino ha dichiarato che «Apple progetta i suoi prodotti per durare il più a lungo possibile» e che alcuni clienti scelgono di tenere e usare gli iPhone il più a lungo possibile.

Il dirigente ha illustrato le ragioni del calo vendite iPhone individuate da Apple durante la presentazione dei risultati del primo trimestre 2019, che per la società corrisponde agli ultimi tre mesi del 2018. Ragioni praticamente identiche in tutto e per tutto a quelle evidenziate anche dalle società di analisi indipendenti.

Tra queste il rallentamento dell’intero mercato smartphone globale più veloce e intenso del previsto, il cambio sfavorevole rispetto al dollaro che ha portato a prezzi più elevati in diversi paesi, la scomparsa o quasi di incentivi e sovvenzioni da parte degli operatori. Ma non si tratta solo di ragioni negative e gli utenti Apple e iPhone lo sanno già. In una dichiarazione separata dai risultati finanziari Tim Cook ribadisce che i prodotti Apple sono fatti per durare e di fatto alcuni utenti li usano il più a lungo possibile.

Questo è l’effetto intensificato anche dal programma di sostituzione batterie che Apple ha lanciato in risposta alle critiche per il rallentamento via software degli iPhone con batteria consumate o degradate. Sfruttando la campagna Apple con un prezzo scontato di solamente 29 euro per cambiare la batteria iPhone, valido fino al 31 dicembre 2018, molti utenti hanno trovato molto più conveniente cambiare la batteria e continuare a usare il loro modello precedente di iPhone invece di comprare uno dei nuovi modelli, che in Italia sono proposto a prezzi più elevati rispetto alla gamma 2017.

Anche se alcuni utenti (e non solo) hanno criticato il rallentamento via software di iPhone come una strategia di obsolescenza programmata per spingere all’acquisto dei nuovi modelli, in realtà Apple ha introdotto queste funzioni per salvaguardare la stabilità di iPhone ed evitare eventuali spegnimenti improvvisi che potrebbero verificarsi quando la batteria per usura o semplice degradazione fisiologica non è più in grado di erogare la potenza richiesta dal sistema.

«Progettiamo i nostri prodotti per durare il più a lungo possibile» ha dichiarato Tim Cook in una intervista riportata da MacRumors. Alcuni clienti scelgono di tenere questi prodotti il più a lungo possibile, mentre alcuni li cambiano. Questo, insieme al programma di sostituzione batterie a prezzo vantaggioso, ha prolungato il ciclo di vita utile dei prodotti Apple e di iPhone in particolare. Anche per questa ragione gli aggiornamenti ai nuovi modelli e le vendite sono risultate inferiori alle previsioni.

Ma anche questo è risaputo per gli utenti Apple e iPhone di lungo corso: un cambio di batteria, anche negli anni precedenti a prezzo pieno, è sempre stato un ottimo investimento per prolungare la vita utile di un iPhone non più recente di altri uno, due anni o più, magari girandolo a un familiare che non necessita di un terminale recente e potente.

Su macitynet.it trovate tutte le notizie su iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e in generale sugli iPhone 2018.

– su macitynet.it Tim Cook «Gli iPhone progettati per durare, gli utenti li usano il più a lungo possibile»

Source: www.macitynet.it

Commenti