Il WebBlog di ...

#salottoculturale – tema del mese di Giugno 2018

#salottoculturale – tema del mese di Giugno 2018
28 giugno 2018

LA PORTA .. …

(A cura di Maura Luperto)

Il progetto si evolve, una porta si è aperta. Una porta attraverso la quale ci possiamo passare tutti. Dobbiamo solo prendere la decisione, in piena libertà, di comprendere cosa c’è oltre la soglia.
Oltre quella soglia c’è quel popolo dei clemm (Capitani e meravigliose loro Persone Ospiti) che si è evoluto.
Cosa c’è fra noi e la porta?
Ci sono le cose che pensiamo siano più grandi di noi, le cose che pensiamo non cambieranno mai, che ci tengono prigionieri passivi e condizionati da un sistema che vuole schiacciarci (e che quindi ci schiaccia!).
Che cosa ci dice la mente quando cominciamo ad indagare?
Qual’è la risposta che ci viene da dentro e cosa abbiamo bisogno di sapere per poter decidere di andare avanti e varcare la soglia?
Alcuni di noi già lo sanno e cercano di tenere la porta spalancata in modo che altri possano entrare.
Possiamo mostrare la via ma se per primi non varchiamo la soglia non possiamo essere d’esempio.
Dire no, significa giocare al ribasso, vuol dire far finta di non valere niente.
Chiediamoci: “Che cosa vogliamo essere? Un attore famoso? Un bravo imprenditore? Una donna affascinante? Perché abbiamo bisogno di queste cose? Per provare quello che valiamo?
Tutti abbiamo un valore, tutti SIAMO valore. Ma quando pensiamo a ciò che vogliamo spesso rispondiamo: “Voglio una casa, un’auto nuova, o un lavoro….
Non c’è nulla di sbagliato nel volere le cose. Quello che è sbagliato, è non prendere in considerazione che si è valore.
La porta è un passaggio tra ciò che abbiamo conosciuto e ciò che possiamo scegliere di essere in una situazione evoluta. Varcare la soglia è una scelta simbolica ma è un’esperienza reale. Quando passi per esempio da una stanza all’altra vedi cose diverse , potrebbe esserci un insegnamento diverso che ti aspetta. Ma se non entriamo nell’altra stanza non avremo a che fare con quelle cose, non saranno a nostra disposizione.
La paura è che dall’altra parte non ci sia nulla. Cosa potrebbe significare?
Che mi do tanto da fare, mi preoccupo, prendo decisioni e adesso varco quella soglia e ciò che vedo è identico alla situazione che ho lasciato .
Se vediamo tutto uguale è perché non abbiamo mai lasciato la situazione precedente.
Quindi quando dopo un cammino di conoscenza ci troviamo su quella soglia e sappiamo che ciò che vogliamo è un mondo migliore, diamoci la possibilità di ottenerlo.
Oltrepassare la soglia è un atto composto da un passo determinato e consapevole.
Uno degli insegnamenti che troviamo oltre la porta è che avremo ciò di cui abbiamo bisogno. Se pretendiamo di mangiare nel piatto del nostro vicino vuol dire che non crediamo di poter ricevere dal nostro. Se siamo gelosi degli altri vuol dire che abbiamo delle profonde insicurezze. Se disprezziamo ciò che hanno gli altri è perché crediamo di non poterlo avere anche noi. In questo modo ci stiamo prendendo in giro.
La porta è maturazione, crescita, profondo senso di appartenenza a valori condivisi. Andiamo oltre?

Maura Luperto
Presidente COEMM INT’L

Studiare le cause di crisi e povertà per risolvere ogni problema!

(A cura di Maurizio Sarlo)

Rientrati dal giro di mezza Italia e (adriatica) e dalla ultima Diretta TV, in cui si è fatto escursus di questi tre meravigliosi anni insieme a quanti hanno iniziato ad approcciarsi al Progetto COEMM.
Un Progetto non comune, quello COEMM, che obbliga i “sordi” ad udire e i “ciechi” a vedere. Ma, con le suddette metaforiche menomazioni, non indico coloro i quali hanno reali problemi di uno dei principali nostri 5 sensi, ma il metaforico senso trascendentale di chi rimane ancorato alle cose materiali, invece che proiettare il suo credo a quelle trascendentali, ovvero a quelle che il “cuore”, in sintonia con l’universo, riesce a far diventare reali davvero: da sogno a realtà!
Fin dal primo giorno e dal primo Salotto Solidale, abbiamo indicato un percorso: passar parola e con zero rischi, per studiare assieme a pochi amici – almeno una volta al mese – quelli che sono le veri e concrete cause che portano ai disastri delle crisi cicliche e delle povertà!
Da sempre, politici ed economisti, ben corroborati dall’ignoranza delle maggioranze delle Popolazioni del Mondo, ci “scassano i gabbasisi” sui vari problemi del Mondo e concludono che la causa di tali problemi sono sprechi legati a pensioni d’oro, politici corrotti, troppa mafia e delinquenza, imprese che non pagano le tasse e, quindi, tasse e debito pubblico che diventano insostenibili per tali idiote e false motivazioni.
Il Progetto COEMM e la popolazione di Capitani e meravigliose loro Persone Ospiti, hanno iniziato a comprendere che le cause di questi problemi sono invece tutt’altre!
Sono cause molto semplici:
1) soggetti privati che prestano denaro agli Stati, creandolo dal nulla e a zero costo, e indebitando chiunque, provocando una baratto falso e abominevole di cui le Masse nulla comprendono!
2) mancanza di regole sagge: regole di saggezza e creatività, proiettate a produrre equilibrio fra comparto pubblico dello Stato (di tutti) e Libero Mercato (ma non libero di calpestare il debole e l’indifeso altrui).
3) volontà di allontanare la Politica con la P maiuscola dalla vita sociale delle Masse. Costringendo queste ultime a disorientarsi fino al punto di “odierne la Politica”, invece che comprendere quanto sia indispensabile fare Buona Politica per dare il giusto equilibrio ad ogni cosa.
Pian piano e con UN solo euro al mese (liberamente versato), il COEMM (come libera associazione che rispetta le leggi) ha fatto crescere consapevolezza nei migliori Italiani: quelli che hanno sempre saputo percepire che questo “sistema generale e perverso” non può essere quello che governa l’Italia ed il Mondo. Italiani migliori che non sapevano però come unire i loro cuori e le loro voci in un’unica voce!
Pian piano siamo giunti a convincere parte di quei “Mercati Internazionali” e loro investitori che il Progetto COEMM avrebbe potuto convincere un CLEMM in ogni Comune d’Italia, diventando Massa Critica che fa la differenza!
Entro brevissimo, la suddetta differenza, oltre a cuori e a Persone stupende, produrrà un esempio pilota concreto. Un modo umile e progettualmente fattibile, per dare dignità a chi potrà dimostrare di essere valore e utile a se stesso ed alla collettività. L’esempio sarà quella Carta a Servizi/Quid che – a differenza di tutti gli altri esempi del Mondo – sarà caricata di un potenziale di spesa di ben 1.500 euro al mese! Da consumare entro il mese di acquisizione per dare circolarità all’economia locale e quindi a creare economia reale.
Vedere i messaggi del dopo Trasmissione TV mi ha fatto gioire come solo la nascita di una figlia o di un figlio riescono a farti provare!
Grazie a tutti Voi.
State tranquilli, vi state fidando di una Persona umile e normalissima, che ha posto il suo cuore oltre ogni ostacolo!
Maurizio Sarlo
Segretario Generale COEMM INT’L Mondo Migliore
Può interessarti
La top 5 delle bufale sui vegani

Commenti